Testimonianze

2126 of 26 items

Due fratelli in carcere

by

Durante tutto quel periodo, pur essendo nello stesso carcere, non hanno mai permesso che mio fratello ed io ci vedessimo. Veniva ogni settimana nostra sorella Tina da Mongrando a trovarci e portarci qualcosa da mangiare che poi condividevamo con chi era in cella con noi. Intanto la spada di Damocle della fucilazione era talmente pesante […]

In carcere per “opere di misericordia”

by

La mia storia ha inizio il 23/11/1943, giorno in cui mio fratello Dino ed io fummo arrestati perché la polizia venne a conoscenza dell’aiuto che noi e la nostra famiglia (come tante altre), avevamo dato dopo l’8 settembre ai prigionieri inglesi, neozelandesi, ed ai soldati fuggiti da dove la “naia” li aveva portati. Li mettevamo […]

I coniugi Graziano al confino

by

On. le Ministero degli Interni (Sezione Confinati Politici) – Roma I coniugi sottoscritti, Graziano Marino di Ernesto e Rossetti Giorgina fu Pietro, confinati politici in questa Colonia di Confino di Tremiti, pregano codesto On.le Ministero di voler prendere in benevola considerazione quanto segue: In conseguenza del suo stato di avanzata gestazione la consorte, Rossetti Giorgina, […]

Una richiesta per ritrovarsi

by

Onorevole Ministero degli Interni Sezione confinati politici Roma La sottoscritta, Rossetti Giorgina Esterina fu Pietro, nata a Mongrando li 30 novembre 1905 di professione tessitrice, attualmente confinata per un anno a questo Comune dalla R. P. di Vercelli in data 22 marzo corrente anni, si onora rivolgere rispettosa domanda al suddetto On. Ministero al fine […]

Preghiera dal carcere

by

Trani, li 11 agosto 1932 Ill.mo Signor Direttore, la prego vivamente voler inoltrare alle competenti Autorità il presente esposto che più che tale è una fervida preghiera. Da tre mesi circa mi trovo costretto a letto da un male, che nonostante le più accurate analisi ed osservazioni da parte del Sanitario della Casa, permane a […]

Solidarietà nelle carceri di Vercelli

by

La sezione femminile del carcere di Vercelli era composta di due cameroni che si aprivano l’uno nell’altro e che erano situati in un vetusto edificio male illuminato da un finestrino munito d’inferriate che ogni sera venivano percosse da un secondino allo scopo di constatarne – dal suono – l’integrità. Sul primo dei due cameroni si […]